Idranti

Pic antincendio offre alla propria clientela un vasta gamma di idranti antincendio, ma anche di cassette, manichette, selle, vetri infrangibili e lance.

Un idrante antincendio è un apparecchio per l‘erogazione dell’acqua, richiamato dalla UNI 10779, che viene utilizzato nella lotta contro gli incendi. Per tutte le tipologie di idrante esiste l’obbligo di marcatura CE secondo direttiva 89/106 CEE.

Tipologie di idranti antincendio

IDRANTI A MURO UNI 45 E NASPI

Gli idranti con una manichetta ed un attacco a muro di 45 mm di diametro (cassette idrante UNI 45) sono costituiti da un involucro dotato di sportello sigillabile con lastra frangibile/infrangibile (oppure portello pieno senza serratura) in versione da parete o ad incasso, contenente una tubazione appiattibile a norma EN 14540 con raccordi a norma UNI 804 (le legature ossia il sistema di fissaggio tra raccordi e tubazione devono essere realizzati secondo UNI 7422), una lancia con intercettazione e frazionamento del getto e il rubinetto di alimentazione

Idranti sottosuolo

Gli idranti sottosuolo sono dei particolari tipi di idranti che vengono installati sotto il livello del terreno, sono dotati di un dispositivo antigelo e i pozzetti che contengono questi tipi di idranti hanno la forma di ellisse e riportano la dicitura “idrante”.

Gli Idranti sottosuolo sono collocati ad una distanza consigliata tra i 5 ed i 10 m dal perimetro del fabbricato a seconda della sua altezza. La realizzazione è disciplinata dalla norma UNI EN 14339, devono essere marcati CE (rif. direttiva 89/106 CPD) con l’obbligo di utilizzare il cosiddetto “collo di cigno” per collegare le tubazioni flessibili/appiattibli (manichette) e quindi la lancia di erogazione. L’apertura e chiusura della valvola avviene, come per gli idranti sopra suolo, a mezzo apposita chiave con dimensioni unificate.

Idranti soprasuolo

Gli idranti soprasuolo, o idranti a colonna, sono quelli comunemente visibili nei parcheggi, all’esterno dei condomini oppure nelle aree industriali. Hanno maggiore accessibilità degli idranti sottosuolo. Gli idranti soprasuolo sono collocati ad una distanza consigliata tra i 5 ed i 10 m dal perimetro del fabbricato a seconda della sua altezza.

Sono contraddistinti dal colore rosso RAL 3000, lo stesso che viene usato negli estintori. La costruzione è regolata dalla norma EN 14384 e per essi vige l’obbligo della marcatura CE, essendo dispositivi che ricadono sotto direttiva 89/106/CEE (altrimenti nota come CPD). Per azionare questo tipo di idranti, occorrono delle chiavi normalizzate, dette “chiavi di manovra” che agiscono sul dispositivo di manovra e quindi sulla valvola di intercettazione, aprendola o chiudendola.

Idranti, accessori e materiale pompieristico

Anche in questo settore Pic Antincendio può vantare un’offerta davvero completa. Le principali esigenze della clientela sono infatti ampiamente soddisfatte dagli articoli disponibili nella nostra gamma. Ecco un elenco dei principali articoli proposti da Pic antincendio:

  • Cassette idranti UNI 45 marcate CE e UNI 70,
  • Accessori per cassette e piantane,
  • Lance e manichette per esigenze industriali, navali e rischi specifici (petrolifero, chimico etc.),
  • Naspi,
  • Idranti a colonna soprasuolo e idranti sottosuolo,
  • Accessori per idranti (gomiti a piede, tappi, raccordi, riduzioni, colli di cigno etc.),
  • Gruppi attacchi motopompa in linea e di mandata,
  • Telai e cassette a cambio rapido in materiale plastico e telai in alluminio costruiti a misura,
  • Vetri di sicurezza a rottura programmata.

CONTATTACI